home page archivio documenti album multimediale biblioteca links scrivici
  
Una tragedia da ricordare

Esattamente un anno fa, era il 14 agosto del 2018, durante una tempesta insolita in quel periodo dell’anno, il crollo del ponte Morandi di Genova ha lasciato in tutto il mondo un ricordo indelebile per la sua drammaticità. L’evento ha causato il decesso di 43 ignari cittadini che in clima di vacanza attraversavano ancora una volta quella mirabile struttura che si ergeva dal 1967 nel cielo del capoluogo ligure.
     Subito dopo accuse, minacce, ricerca dei colpevoli, hanno turbato il clima di cordoglio che ha accomunato tutti gli italiani, per una volta compatti nell’unirsi al dolore dei parenti delle vittime.
     La caccia ai colpevoli, che forse avrà fine fra molti anni, per la complessità dei fattori in gioco, non crea rassegnazione in chi è ancora vivo. Tuttavia bisogna rendersi conto che l’errore fa parte dell’essere umano. E se chi aveva il compito della sorveglianza tecnica e strutturale di quell’ardita opera si è giustificato dicendo che l’evento è stato del tutto inatteso, più che cercare vendetta, inutile asfittica vendetta, l’evento deve per tutti noi rappresentare un monito per il futuro.
     Un monito ad una maggiore consapevolezza dei pericoli che creiamo con l’avanzamento della civiltà. Un monito a chi gestisce, che deve rendersi conto che la sete di soldi, senza una adeguata politica di gestione delle infrastrutture, può portare ad un dramma familiare e personale per i risvolti giudiziari e penali connessi.
     Si deve sperare che dal 14 agosto 2018 in poi la lezione serva a garantire la sicurezza delle opere ardite di ingegneria civile di cui il paese è pieno. Sperando che non sia la vendetta a guidare gli animi, e che la lezione conduca a capire che ci sono questioni civiche che vanno garantite, qualunque sia il prezzo.

Giovanni Corrao - 14/08/2019


lo schema progettuale del Ponte Morandi di Genova



ing. Giovanni Corrao: Scarica l'ipotesi del meccanismo di rottura del Ponte Morandi



Edere repubblicane - Copyright © 2019 WebMaster: Giovanni Corrao